web analytics
Feed on
Posts
Comments

FAGGIO

Appartiene alla famiglia delle Fagaceae che comprende specie arboree e arbustive originarie dell’Europa.
Il legno di faggio, omogeneo e pesante, privo di elasticità ma resistente, inizialmente di colore bianco o, col tempo, rossastro, è ottimo per lavori di tornitura e mobileria, un tempo utilizzato per le traversine ferroviarie e come ottimo combustibile; inoltre la sua resistenza a scheggiarsi lo rendeva il materiale ideale per fabbricare i calci dei fucili.
Le foglie sono ovali, hanno una sottile peluria sulle nervature, sono lucide su entrambe le facce, ma sono più chiare nella pagina inferiore, hanno margine ondulato, ciliato quando sono giovani. Sul ramo si dispongono in modo alterno.
In autunno assumono colori dal giallo-arancio al rosso-bruno. Vengono anche usate come foraggio dove i pascoli sono scarsi.
Ha buon potere calorico, bruciatura lenta e va bene per ogni tipo di cottura.

BETULLA

Appartiene alla famiglia delle Betulaceae, comprende oltre 40 specie originarie dell’emisfero nordico, in special modo le zone scandinave.
Si caratterizzano per la corteccia bianca argentata, dovuta alla presenza di granuli di betulina; possono raggiungere i 15-30 m di altezza, foglie variamente formate e sfumate di verde a seconda della specie o varietà.
Le betulle vengono coltivate come piante ornamentali per l’eleganza del fogliame e il fusto dalla corteccia bianca
maculata di nero, in parchi o giardini, su terreni sciolti e freschi.
In silvicoltura vengono utilizzate per consolidare frane, detriti di falda o per il rimboschimento di pascoli e cedui.
Non è indicata come legna da ardere, è invece adatta alla fase di accensione del fuoco, perché brucia molto in fretta.
La sua corteccia contenendo tanniti viene usata per la concia delle pelli.

LARICE

Appartiene alla famiglia delle Pinaceae.
Vi appartengono i larici, unica specie europea presente in Italia. L’altezza può raggiungere i 40 metri. Le foglie sono aghi, raccolti in gruppi di 20-40 e portati sui brachiblasti. La chioma è piramidale e rada.
A seconda degli studi sono riconosciute 10-15 specie. Il larice possiede un legno particolarmente resistente alle intemperie, e viene usato soprattutto in edilizia, per costruire i tetti delle case di montagna.
Essendo un legno resinoso durante la combustione tende a fare fumo e a sporcare la canna fumaria.
Va bene per la cottura delle carni essendo aromatico.

Social Share Toolbar

Leave a Reply

*
= 5 + 9